Care Zavorrine,

scrivo questo articolo dopo una “full immersion” di 2 giorni al 40° Motoraduno dello Stelvio 2016.

Siamo partiti sabato di prima mattina verso Sondalo (SO) per partecipare al Motoraduno. Ma siccome noi siamo quelli che la strada, invece che accorciarla, la allunghiamo … abbiamo deciso di salire dal Passo San Marco (BG) per fare un po’ di montagna in più ed evitare così la superstrada, tutta dritta e noiosa…

Siamo arrivati al campeggio del motoraduno,  e dopo un primo giro d’ispezione , decidiamo di piazzarci vicino ad un gruppo di ragazzi portoghesi, già in vena di fare casino…. dei matti con la licenza e incoscienza di sgasare dalle super sportive e fare fiammate dagli scarichi!!

Ci siamo diretti subito verso il centro della festa per capire cosa ci offriva la serata e con l’occasione abbiamo incontrato la madrina dell’evento , la Maddy (Maddalena Corvaglia), davvero una bikerina splendida!

Poco dopo,  facciamo un giro fra i viali con le tende già piazzate da qualche giorno, entrando così in un mondo parallelo:  moto di tutti i modelli , tendine piccole, accampamenti da “festa di paese”,officine improvvisate con motorini smontati, barbecue già accesi in previsione della sera. E suoni assordanti da ogni parte del bosco.

Il pomeriggio è passato tranquillo tra una birretta e lo spettacolo degli stuntman. Poi un giro tra gli stand , per ammirare nuovi modelli di moto e fantasticare un po’.

Qui che ho incontrato il grande pilota Marco Lucchinelli, felice e divertito di fare una foto con una zavorrina… (perché dietro ad un grande pilota c’è sempre una zavorrina !!!).

La serata è trascorsa nel delirio completo, perché lo sa chi ci è stato, ALLO STELVIO NON SI DORME !!! , un delirio di moto a 13000 giri, ragazzini che sgasavano motoseghe solo per il gusto di fare casino, voci di persone  euforiche, scarichi fumanti,  musica e gente a perdita d’occhio !

Il giorno seguente tappa obbligata al Passo dello Stelvio.

Una serpentina di moto che si è presa possesso della montagna, prati verdi e un cielo azzurro senza una nuvola.

Arrivati in cima ci siamo goduti l’atmosfera di un passo in festa, pieno zeppo di motociclisti e zavorrine entusiasti di ritrovarsi uniti dalla stessa passione.

E per un giorno… una montagna tutta per noi !!!

Miss Rodeo

RACCONTACI I TUOI VIAGGI IN MOTO DA ZAVORRINA


CONDIVIDI CON NOI LA TUA PASSIONE

INVIACI LA TUA AVVENTURA DA ZAVORRINA

IN REGALO PER TE

LO STICKER UFFICIALE  DI ZAVORRINA!!!!


COSA ASPETTI ???!!!

CONDIVIDI IL TUO #VIAGGIODAZAVORRINA