Ebbene si … ormai posso affermare che quando ti innamori di un luogo, ogni scusa è buona per poterci ritornare. E diciamo che noi CI ABBIAMO PRESO GUSTO.

Da noi, in questo periodo, il lago è inavvicinabile !!! Tutti arrivano di prima mattina per potersi accaparrare un posto per godersi un po’ di fresco. Ma noi siamo diversi … noi il fresco andiamo a prenderlo in montagna, rigorosamente in moto … e rigorosamente in Svizzera 😊

Passo Maloja – Passo Fluela – Passo Spluga … stiamo arrivando

PASSO-FLUELA-Passo-Maloja

Partenza da Lecco e via per la SS 36 fino a Colico, dove da qui basta scegliere se andare a destra o a sinistra e decidere quale montagna ci piace di più. Questa volta si va a sinistra.

Arrivati a Chiavenna città, già piena di turisti, abbiamo preso la SS 37 che ci ha portato fino al confine di Stato e via lungo la Strada 3 verso il Passo Maloja (Malojapass 1815 mt). Questo passo è bellissimo da fare, sia in salita che in discesa, perché offre un panorama spettacolare e puoi percorrere dei tornanti che sembrano disegnati per le moto. Unica pecca sono le auto e i camper che si possono incontrare, che ti rovinano il divertimento. Comunque noi, lasciati gli ostacoli alle nostre spalle, ci siamo divertiti ugualmente.

Arrivati in cima abbiamo proseguito costeggiando il Lago di Sils e lo spettacolo fantastico creato dal sole riflesso sull’acqua. Sullo sfondo i grandi ghiacciai Piz Corvatsch e Piz Surlej.

Abbiamo proseguito lungo la Strada 27 per Silvaplana e per Saint Moritz fino ad arrivare a Sush. Qui abbiamo preso la Strada 28 che ci ha portato verso la vetta del Passo Fluela (Flüelapass 2383 mt). Qui abbiamo trovato ancora la neve ma fortunatamente il lago non era ghiacciato. Ma l’aria era molto frizzantina, tanto da farmi rimpiangere la maglietta termica rimasta a casa dopo la frase: “ma va … la settimana scorsa si moriva di caldo …”.

PASSO-FLUELA-Flüelapass

Scesi dal passo ci siamo diretti verso il punto X della nostra pausa pranzo, a Davos. E qui ho scoperto un paio di cose carine su questa bellissima cittadina di montagna.

Davos, 1560 mt di altitudine nel Canton Grigioni (la città più alta delle Alpi), è la più grande stazione delle Alpi per gli sport invernali, con un comprensorio sciistico sconfinato. Ma non è una semplice località di villeggiatura e ogni anno ospita il WEF (World Economy Forum) il Forum Mondiale dell’Economia. E il bellissimo paesino è stato anche lo scenario per un film italiano di grande successo: La Giovinezza di Paolo Sorrentino.

Un’altra caratteristica di Davos è che è una delle fermate del Glacier Express. Insieme al Bernina Express, il famoso “trenino rosso del Bernina” (diventato patrimonio dell’Unesco), il Glacier Express, il “treno rapido più lento del mondo”, regala ai viaggiatori alcuni tra i panorami più suggestivi della Svizzera, tra vallate, cascate e torrenti.

SCOPRI DI PIÙ sui trenini panoramici

Una volta lasciato il paesino di Davos, ci siamo diretti verso la cittadina di Thusis, per imboccare la Strada 13 e dirigerci verso Splügen, percorrendo la Strada Cantonale (percorribile anche senza bollino). Qui è possibile scegliere un’altra direzione e decidere di proseguire verso il Passo San Bernardino ma noi abbiamo scelto di salire e percorrere i tornanti del Passo Spluga (Splügenpass 2114 mt), fino in cima, dove di trova il confine con l’Italia.

Pausa caffè scesi a Montespluga e via per la SS 36 in direzione Lecco, dove poi abbiamo fatto ritorno verso casa, costeggiando il lago e zizzagando tra le macchine.

Più di 400 km sui Passi tra la Svizzera e l’Italia.

E il prossimo giro … dalle montagne passeremo al mare, visitando alcun tra i borghi più belli d’Italia.

PASSO-FLUELA-Passo-Spluga-Montespluga
PASSO-FLUELA-Passo-Spluga

Se il giro vi è piaciuto e lo volete fare anche voi in moto, vi do alcune piccole indicazioni per pianificare il vostro moto-viaggio. Con questo tragitto potete evitare di acquistare il Bollino Auto della Svizzera, perché percorrerete la Strada Cantonale:

  • (andata) SS 36 da Lecco a Colico (LC) e fino a Chiavenna (SO)

  • SS 37 fino al confine di Stato (Villa di Chiavenna)

  • (Svizzera) STRADA 3 fino alla cima del Passo Maloja e Silvaplana

  • STRADA 27 da St. Moritz fino a Susch

  • STRADA 28 per il Passo Fluela fino a Davos e poi Thusis

  • STRADA 13 per Splügen e la cima del Passo Spuga

  • (Italia) SS 36 direzione Lecco (ritorno)

Il mio parere? Questo percorso l’ho fatto in entrambi i sensi di marcia, ma vi consiglio di salire per il Passo Spluga per scendere dal Passo Maloja. Salendo dal Passo Spluga ci sono dei tornanti stretti e bellissimi e quando si arriva in cima il lago riflette le montagne. Scendendo dal Passo Maloja ci sono sempre dei bellissimi tornanti, ma la veduta è da cartolina: una vallata immensa fino a perdita d’occhio.

Ora tocca a voi! Fatelo in entrambi i sensi e poi mi direte quello che vi piace di più

A presto.

Miss Rodeo

RACCONTACI I TUOI VIAGGI IN MOTO DA ZAVORRINA


CONDIVIDI CON NOI LA TUA PASSIONE

INVIACI LA TUA AVVENTURA DA ZAVORRINA

IN REGALO PER TE !!!!

LO STICKER UFFICIALE  DI ZAVORRINA!!!!


COSA ASPETTI ???!!!

CONDIVIDI IL TUO #VIAGGIODAZAVORRINA